Bucciarelli: Dalla parte del torto

Dalla parte del tortoPer chi come me ha iniziato a leggere la Bucciarelli dagli ultimi libri che ha scritto, Dalla parte del torto presenta non poche sorprese. Tanto diverso per stile e forma dagli ultimi suoi libri da pensare di trovarsi fra le mani un libro scritto da qualcun altro.
E’ soprattutto il linguaggio a sorprendere, qui all’estremo opposto rispetto alla laconicità e brevità alla quale ci ha abituati la scrittrice; aggettivi, iperboli, giochi di parole, citazioni di canzoni, battute ironiche si susseguono e si inseguono.

L’ispettrice Maria Dolores Vergani, personaggio che compare anche nei libri successivi, è alle prese con una serie di omicidi legati al mondo del sesso estremo. Le donne assassinate vengono trovate nei parchi cittadini, tutte uccise con un preciso rituale. Maria Dolores indaga circondata da una corte di stravaganti aiutanti, nel mondo degli incontri erotici, fra Master e Slave, fino a trovare il bandolo della matassa che la porterà sulla pista corretta.

Il romanzo si fa leggere, è scorrevole anche se a tratti barocco. Benché manchi il ritmo sincopato dei romanzi successivi, la Bucciarelli anche qui si fa notare per la sua capacità di rappresentare con poche significative pennellate i suoi personaggi, di rendere l’idea della personalità con due o tre tocchi ben assestati.  Il romanzo, il giallo in particolar modo, pare spesso un mezzo usato dall’autrice per sottolineare alcuni aspetti cruciali della società in cui viviamo:  l’attenzione spasmodica all’estetica, il corpo abusato e maltrattato, scartato, cercato, scandagliato e immaginato, prodotto di nicchia e proprietà privata di chi, attraverso il sesso, lo possiede.
Uno sguardo acuto e curioso quello di Elisabetta Bucciarelli.

Dalla parte del torto seguono Femmina de Luxe (un mio commento qui)Io ti perdono e il seguito Ti voglio credere e  l’ultimo libro uscito nel 2011 Corpi di scarto (qui un commento di Francesca Magni dal blog Lettofranoi).

Il libro: Dalla parte del torto
La scrittrice: Elisabetta Bucciarelli
Bacino di utenza: Milanesi e non, per chi ama questa città e per chi la odia, perchè spesso nei libri della Bucciarelli è proprio Milano la protagonista.

Annunci

Un commento

  1. I gialli ambientati a Milano mi attraggono sempre. Mi documenterò su questa scrittrice che non conoscevo.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

GiGi Il Giornale dei Giovani Lettori

Un blog che racconta libri per bambini e ragazzi, fumetti, film e app di qualità.

operaidelleditoriaunitevi

Just another WordPress.com site

diLetti e riLetti

La sola nazione che conti: la letteratura

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

Stetofonendo

Libri (e non solo) in buona e in cattiva salute

trecugggine

le cugine parlano di libri

Materfamilias

materfamilias : mater|fami¦lias - The female head of a family or household

Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

Il Consigliere Letterario

L'avventura infinita di un lettore. E di chiunque voglia partecipare al viaggio

minimo

storia di una minimalista alle prime armi

Muninn

libri da ricordare

Instamamme

le cugine parlano di libri

BookBlister

PILLOLE DI LIBRI (E ALTRE STORIE)

lepaginestrappate

(La mia Masafuera)

RobertoLucchetti

Scienze Letteratura Sport...

LaVersionediMari

"Tonica, terza, quinta, / settima diminuita. / Resta dunque irrisolto / l'accordo della mia vita?" G. Caproni, Cadenza, 1972

Le librerie invisibili

Et tout le reste est litterature. Verlaine

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: