Olga, “prodotto di nicchia”

Femmina Deluxe

Femmina Deluxe

Ho finito di leggere Femmina de Luxe della Bucciarelli sabato mattina presto, mentre la città e la mia casa erano ancora addormentati. E da allora i personaggi e le parole della Bucciarelli mi frullano in testa, non riesco a liberarmi di Olga e di Cavallo lesso, dell’Attaccastronzi, di Marta la fisioterapista.

Il breve romanzo ha sempre Milano come sfondo di un serie di eventi che vedono ancora coinvolta, anche se non centrale nel racconto, l’ispettrice Maria Dolores Vergani. L’”attaccastonzi” colpisce le cabine telefoniche della città, apponendo la sua firma fecale al posto della cornetta. E l’attaccastronzi è proprio simbolo e metafora di una città nella quale tutti, in qualche modo, risultano “stronzi” o per dirla con la Bucciarelli, “ci sono quelli attaccati e quelli veri”. Nel libro l’unica dolcissima figura è Olga, costumista dalla forme boteriane, sempre vestita di organza e tulle, alla spasmodica ricerca di un uomo. Accetta le sue forme giunoniche e non si contiene nel mangiare, è contenta di quello che è: per molti “un prodotto di nicchia”.

Marta invece è bellissima ma non si trova perfetta e proprio nella ricerca della perfezione e dell’approvazione di un altro dei terribile personaggi che popolano il romanzo troverà la sua fine, Femmina de Luxe.

Olga e Marta sono le vittime, i carnefici sono molteplici, ognuno a modo suo: il crudele, l’indifferente, l’egoista, il vacuo, il rigido, il violento.

Peccato per la brevità del racconto rimanzo che in qualche modo non consente di conoscere meglio i personaggi, alcuni dei quali sono davvero ben riusciti. La mia simpatia va tutta ad Olga, chissà perché….

La scrittura della Bucciarelli ha la rara capacità di tratteggiare, con pochi precisi accenni, le figure che popolano i suoi romanzi. Ma proprio dai suoi brevi accenni i personaggi emergono in modo vivido, ne immagini le caratteristiche salienti, ne segui le movenze, ne ipotizzi il carattere: “ Cavallo lesso se ne andava in giro con le spalle a gruccia. Tirava la sigaretta come a volerla ingoiare e la teneva sempre nel punto giallo, giallo davvero, tra l’indice e il medio. Solcava il marciapiede dalla parte del muro, strusciava quasi, ma senza accorgersene.” (p.10)

Poco da dire, la Bucciarelli scrive bene, molto bene.

Il libro: Femmina de Luxe
L’autore: Elisabetta Bucciarelli
Il bacino di utenza: per chi ha voglia di leggere un romanzo ambientato a Milano, protagonista un’ispettrice donna, Maria Dolores Vergani, personaggio che la Bucciarelli ha reso protagonista anche del bel giallo “Io ti perdono” e di “Ti voglio credere”.

Annunci

6 commenti

  1. labuccia · · Rispondi

    La Bucciarelli ringrazia di cuore (perché questo librino le è molto caro).
    Liz

    Mi piace

  2. danielonda · · Rispondi

    olga…forse per lei rompero' il mio veto interiore per i gialli…ci to pensando seriamente…

    Mi piace

  3. […] parte del torto seguono Femmina de Luxe (un mio commento qui) ,  Io ti perdono e il seguito Ti voglio credere e  l’ultimo libro uscito nel 2011 Corpi di […]

    Mi piace

  4. […] e c’è Olga, personaggio fuori dagli schemi che la Bucciarelli fece comparire nel suo libro Femmina De Luxe. Olga è una donna dalla forme grandi, un po’ naif, amante del MARIO. Olga è un […]

    Mi piace

  5. Ma perchè ci ho messo tanto? Perchè qui non lo trovavo, anche il libro è un prodotto di nicchia…introvabile e per questo tanto atteso.
    Poi sono tornata sulla terra: libreria online e finalmente l’ho trovato.
    Bello, incalzante, romantico, delicato…Insomma, passo agli altri.
    Polimè, Grazie assaje

    Mi piace

    1. Sono contenta cugggina rediviva. E anche che Olga sia il personaggio di altre storie, una a teatro ora.

      Il giorno 11 novembre 2013 14:44, trecugggine

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

GiGi Il Giornale dei Giovani Lettori

Un blog che racconta libri per bambini e ragazzi, fumetti, film e app di qualità.

operaidelleditoriaunitevi

Just another WordPress.com site

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

Stetofonendo

Libri (e non solo) in buona e in cattiva salute

trecugggine

le cugine parlano di libri

Materfamilias

materfamilias : mater|fami¦lias - The female head of a family or household

Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

Il Consigliere Letterario

L'avventura infinita di un lettore. E di chiunque voglia partecipare al viaggio

minimo

storia di una minimalista alle prime armi

Muninn

libri da ricordare

Instamamme

le cugine parlano di libri

BookBlister

PILLOLE DI LIBRI (E ALTRE STORIE)

lepaginestrappate

(La mia Masafuera)

RobertoLucchetti

Scienze Letteratura Sport...

LaVersionediMari

"Tonica, terza, quinta, / settima diminuita. / Resta dunque irrisolto / l'accordo della mia vita?" G. Caproni, Cadenza, 1972

Le librerie invisibili

Et tout le reste est litterature. Verlaine

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: