Diario di una schiappa. Sì oppure no?

Diaro di una Schiappa
Diaro di una Schiappa

I miei due bambini di 7 e 9 anni si sono appassionati alle avventure di Gregory, detto Greg, il protagonista di Diario di una Schiappa scritto da Jeff Kinney e pubblicato in Italia da IlCastoro. Greg è un ragazzino che entra alla scuola media e si porta tutte le ansie e le aspettative tipiche di questa età infame.

Sa come dovrebbe comportarsi e cosa non dovrebbe fare, sa chi dovrebbe frequentare e chi no. Eppure ne combina di tutti i colori accompagnato dall’amico Rowley: sovrappeso, dolce, divertente e assolutamente naif. I libri sono scritti in un accattivante mix di disegni e e di brevi frasi, un po’ come succede con Geronimo Stilton.
Il libro ha venduto milioni di copie in tutto il mondo ed è seguito dal n.2, n.3, n.4. Nella classe dei miei figli i bambini si scambiano i libri e se li prestano l’un con l’altro. Già questa mi sembra una cosa bellissima. Poi ci sono i film, i calendari, tutto l’armamentario che circonda un fenomeno di marketing ben riuscito.

Su Anobii le recensioni negative sono moltissime, dalla superficialità delle battute e dei personaggi, alla eccessiva commercializzazione. D’accordo, non è alta letteratura, c’è di meglio. Ma in fondo credo che leggere sia solo un piacere e se ai miei bambini piace Diario di una Schiappa non ci trovo nulla di male. Avranno avanti lunghi anni di letture per capire cosa è letteratura e cosa no. Purché leggano con piacere. O no?
L’autore: Jeff Kinney
Il libro: Diario di una schiappa
Il bacino d’utenza: bambini delle elementari, anche quelli che non amano leggere perché la commistione di testo e figure rende molto più agile la lettura. Se volete un assaggio dell’interno del libro guardate il pdf delle prime pagine.

Annunci

6 commenti

  1. Sono d’accordo! Specialmente a una cosi’ tenera eta’, e’ bellissimo che si scambino i libri. Qualunque cosa invogli alla lettura le nuove generazioni non puo’ che essere benvenuta, poi ci sara’ tempo per distinguere e affinare i gusti.

    Mi piace

  2. Io credo che per i bambini sia importante prima di tutto appassionarsi alla lettura. Fatta eccezione per ciò che non è adatto alla loro età (ma per quanto mi riguarda ho letto di tutto anche da piccola) tutto il resto è lecito secondo me. Purchè amino leggere anche Topolino è ok. Alla letteratura ci arriveranno dopo, se vorranno. Impedire la lettura di ciò che preferiscono e incoraggiarli a leggere altro può stroncare ogni voglia di leggere.

    Mi piace

  3. Non posso che essere d’accordo. Mio figlio li ha letti tutti, poi è passato al genere fantasy, ma soprattutto mi chiede cosa sto leggendo, oppure glielo racconto io… insomma, parliamo di libri, che per me è già gran cosa.
    E poi devono capire che la lettura è piacere, è immergersi in mondi diversi, o rivestire i panni di altre persone, o semplicemente vedere qualcuno con i nostri stessi dubbi e problemi che se l’è saputa cavare…è una scuola di vita… lasciamoli scegliere!

    Mi piace

  4. Complimenti, io non riuscirei a recensire questo libro, mi piace troppo e davvero non sarei in grado di raccontarlo! Io e il mio compagno ci siamo letti tutti i libri della serie (in inglese)…e abbiamo molto più di 9 anni:) A suscitare le risate in questi libri sono soprattutto le vignette, del primo libro mi ricordo quella della piscina, per esempio, o quella con il nome della band del fratello di Greg…posso continuare? No mi fermo, e vi invito a leggere il diario di Wimpy Kid in italiano o in inglese, qualsiasi sia la vostra età- saluti

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...