L’età dell’innocenza: Edith Warthon

Ellen Olenska- The Age of Innocence (1993)Directed by Martin ScorseseNella foto: Michelle Pfeiffer

Ellen Olenska- The Age of Innocence (1993) Diretto da Martin Scorsese Nella foto: Michelle Pfeiffer

 

L’ho finito in queste vacanze di Natale, iniziato più di un mese fa. Mi aspettavo un libro alla Jane Austen, visto che Edith Warthon ha vinto il Pulitzer con questo romanzo, ma le mie aspettative sono andate deluse. Un ritratto freddo e poco passionale della New York fine secolo irrigidita da un rituale di comportamento e dal rispetto ipocrita delle convenzioni sociali. Si tratta di un romanzo d’amore: Newland, un giovane avvocato sposa la giovane-innocente-virginea May ma conosce la cugina di lei, contessa Olenska, bella e anticonformista, e se ne innamora. L’amore sarà ricambiato ma resterà sempre platonico ed il rispetto per il “codice” delle convenzioni li porterà alla definitiva separazione.Dal libro è stato tratto il bellissimo film di Scorzese con una splendida Pfeiffer nei panni della contessa Olenska. Devo dire con sorpresa che è una delle prime volte che mi accade di preferire il film al romanzo da cui è tratto.Ho trovato la scrittura poco coinvolgente, non c’è stata identificazione con nessuno dei personaggi del libro ed il loro tormento amoroso, alla fine, mi ha lasciato indifferente. La scrittura è raffinata ed elegante ma “fredda” ed il tema trattato mi è parso poco moderno, troppo lontanto dalla nostra epoca. Una critica alla rigida ed ingessata alta società newyorkese ed “al sistema della gente che teme gli scandali più delle malattie, che pone il rispetto delle forme più in alto del coraggio“, come dice la stessa Warthon, non è sufficiente a coinvolgere la lettrice (non me, comunque).

Insomma, non potrei definirlo un libro sconsigliato ma forse è meglio impiegare il proprio (poco) tempo leggendo qualcosa di meglio.

Il libro: L’età dell’innocenza

L’autrice: Edith Warthon

Bacino di utenza: amanti della letteratura anglo americana e dei libri di ambientazione storica.

Aggiornamento: ho riletto il libro nel 2010 ed il mio giudizio non cambia. Sconsiglio l’edizione BUR perché, pur avendo un bel saggio introduttivo è piena di errori di battitura. Non male come libro, ben scritto, comunque continuano a non interessarmi e a non coinvolgermi gli affari amorosi di Newland e della contessa Olenska. La loro tormentata storia d’amore mi lascia fredda, Newland lo trovo odioso e noioso (ma cosa vedrà Ellen in lui?).

Memorabile però la scena del pranzo finale in onore della contessa Olenska, da sola vale tutto il libro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

GiGi Il Giornale dei Giovani Lettori

Un blog che racconta libri per bambini e ragazzi, fumetti, film e app di qualità.

operaidelleditoriaunitevi

Just another WordPress.com site

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

Stetofonendo

Libri (e non solo) in buona e in cattiva salute

trecugggine

le cugine parlano di libri

Materfamilias

materfamilias : mater|fami¦lias - The female head of a family or household

Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

Il Consigliere Letterario

L'avventura infinita di un lettore. E di chiunque voglia partecipare al viaggio

minimo

storia di una minimalista alle prime armi

Muninn

libri da ricordare

Instamamme

le cugine parlano di libri

BookBlister

PILLOLE DI LIBRI (E ALTRE STORIE)

lepaginestrappate

(La mia Masafuera)

RobertoLucchetti

Scienze Letteratura Sport...

LaVersionediMari

"Tonica, terza, quinta, / settima diminuita. / Resta dunque irrisolto / l'accordo della mia vita?" G. Caproni, Cadenza, 1972

Le librerie invisibili

Et tout le reste est litterature. Verlaine

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: