Paolo Vitaliano Pizzato, La logica del mammifero

pizzatoIl sottotitolo di questo libro è “Storia di una madre” perché la protagonista è proprio lei, Clarissa, una donna che non è mai stata figlia. Abbandonata dalla madre assieme ai due fratelli, vessata da un padre brutale e alcolista, un’infanzia passata saltando da una luogo all’altro, fino all’approdo in Francia, al seguito del padre.
Clarissa ha un unico rapporto d’affetto, quello con il fratello, un rapporto così profondo da causare violente crisi di gelosia nei confronti della donna che il fratello ha deciso di sposare. La gelosia è al centro di una scena bellissima, in cui l’autore riesce a rendere perfettamente la collera cupa e disperata di Clarissa, la violenza delle sue azioni, la rabbia delle sue emozioni che culminano in una brutale rissa fra le due donne. Clarissa non fa altro che applicare quanto ha appreso per tutta l’infanzia e l’adolescenza: la rabbia si sfoga dando cazzotti. Così ha sempre fatto il padre con lei, così si comporta lei con la cognata.

Ma Clarissa per fortuna non è il padre e pochi giorni dopo decide di lasciarsi tutto alle spalle, di tornare a Milano per costruirsi una vita che sia qualcosa di totalmente diverso da quanto fatto fino a quel momento. Qui troverà lavoro, incontrerà molti uomini, proverà a costruirsi un futuro. Qui incontrerà anche Sergio, il padre dell’unico bambino che deciderà di tenere dopo molti aborti.
Ma quando Sergio le comunica di essere sul punto di sposare un’altra donna, che aspetta un figlio da lui, Clarissa sarà di nuovo sola, con un figlio da crescere.

Se è vero che i figli apprendono più dai comportamento dei genitori che dalle loro parole, per Clarissa l’essere madre, non essendo mai stata figlia amata, è ancor più difficile. La donna riversa sul figlio un amore talmente smisurato da essere irragionevole. Al figlio Lorenzo offrirà una prigione dorata fatta di scuole private, di comodità, di bambagia. Ogni problema deve essergli evitato, la sua strada deve essere semplice e piana, senza ostacoli. La vita non è così e Clarissa e il suo Lorenzo, alla fine, con i problemi dovranno farci i conti.

Paolo Pizzato ha una scrittura ricca e fluida al tempo stesso. Ci sono vari punti all’interno del romanzo in cui le scene sono vivide e intense, soprattutto là dove la storia di Clarissa sembra uscita da un libro di Zola: cattiveria, meschinità, rabbia, sporcizia morale, ottusità. Là dove la lotta per la sopravvivenza è più difficile, il libro stesso ha una grande potenza narrativa.

Questo libro partecipa alla mia reading challenge per la categoria #esordienteitalianoReading Challenge 2016

Il libro: La logica del mammifero

L’autore: Paolo Vitaliano Pizzato

Il bacino di utenza: per quelli che amano scoprire nuovi autori italiani, che amano le grandi storie familiari.

Annunci

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...