La guerra di Toni – Fabrizio Lo Bianco

Di questo libro mi ha colpito la copertina. Da lontano sembrava La pesca gigante di Rohal Dahl ma, guardando meglio, il bambino non sta seduto su una pesca ma su una bomba inesplosa. Quando poi ho aperto il libro e ho scoperto che era dedicato alla comunità di un paesino sardo vicino a quello dove da anni vado in estate, non ho resistito.

Leggendo La guerra di Toni ho scoperto che Cagliari è stata la seconda città italiana più bombardata dopo Napoli durante la seconda guerra mondiale. Nel febbraio del 1943 i bombardieri americani sganciarono migliaia di bombe sulla città. Ci furono quasi cinquecento morti e quarantacinquemila sfollati. Gli americani volevano far credere ai tedeschi che lo sbarco sarebbe avvenuto in Sardegna e non in Sicilia, come poi fu:

In guerra a volte l’unica possibilità è scegliere il male minore

Purtroppo il male minore sorprende il dodicenne Toni in un tranquillo pomeriggio di febbraio quando, con due amici più grandi e all’insaputa dei genitori, se la fila a Cagliari da un paese vicino per godersi l’ultimo film di Gianni e Pinotto. La guerra che Toni ha vissuto fino a quel momento si è limitata a sporadici contatti con i tedeschi, che scherzavano con lui e gli sganciavano qualche leccornia in cambio di piccoli servigi. Proprio le stesse cose che mi racconta mio suocero sardo, che all’epoca aveva più o meno l’età di Toni.
Ma a Cagliari Toni si troverà in un inferno di bombe e morti. Solo, impaurito e spaventato, pieno di sensi di colpa, il ragazzo finirà per non ritrovare la strada di casa per molti anni.  Toni vivrà isolato, gruttaiu (rifugiato nelle grotte), abituato a dire poche parole e a tenersi lontano da tutti. Proprio in queste grotte lo troverà il giornalista Rolando Piras, negli anni cinquanta, alla ricerca di uno scoop che gli consenta di fare il grande salto verso un giornale nazionale.

Ho trovato coinvolgente e molto credibile la storia di Toni e le sue vicissitudini durante la guerra; sia nel tracciare il ricordo edulcorato dei tedeschi in Sardegna, che effettivamente si limitarono a un’occupazione abbastanza pacifica dell’isola sia nelle descrizioni della violenza dei bombardamenti.
Meno riuscita mi pare la figura del giornalista Piras che si lega con difficoltà al resto della storia, sembra inutile ai fini della trama e in un certo senso mi è sembrata “posticcia”.

Il libro: La guerra di Toni

L’autore: Fabrizio Lo Bianco

Bacino d’utenza: un libro per adulti ma anche per (i miei) ragazzi, perché possano comprendere quali distruzioni operò la guerra in un luogo tanto bello, perché possano capire che bene e male non stanno sempre dalla stessa parte.

Annunci

2 commenti

  1. Forse non è un libro perfetto ma sembra interessante. Una lettura sulla guerra meno convenzionale di tante altre.

    Liked by 1 persona

    1. L’ho trovato un libro delicato nella sua tragicità.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

GiGi Il Giornale dei Giovani Lettori

Un blog che racconta libri per bambini e ragazzi, fumetti, film e app di qualità.

operaidelleditoriaunitevi

Just another WordPress.com site

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

Stetofonendo

Libri (e non solo) in buona e in cattiva salute

trecugggine

le cugine parlano di libri

Materfamilias

materfamilias : mater|fami¦lias - The female head of a family or household

Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

Il Consigliere Letterario

L'avventura infinita di un lettore. E di chiunque voglia partecipare al viaggio

minimo

storia di una minimalista alle prime armi

Muninn

libri da ricordare

Instamamme

le cugine parlano di libri

BookBlister

PILLOLE DI LIBRI (E ALTRE STORIE)

lepaginestrappate

(La mia Masafuera)

RobertoLucchetti

Scienze Letteratura Sport...

LaVersionediMari

"Tonica, terza, quinta, / settima diminuita. / Resta dunque irrisolto / l'accordo della mia vita?" G. Caproni, Cadenza, 1972

Le librerie invisibili

Et tout le reste est litterature. Verlaine

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: