Il discepolo di Hjorth e Rosenfeldt

Il discepolo
Il discepolo

Perché alcuni libri gialli hanno il successo stratosferico della trilogia di Millennium e altri passano quasi sotto silenzio?
I libri della coppia Hjorth e Rosenfeldt rientrano a pieno titolo nella migliore produzione del giallo nordico da Larsson a Mankell a Nesbo, Lakberg e molti altri.

Ha già parlato qui del primo della serie Cronache di Sebastian Bergman edito in Italia, Oscuri Segreti.  Il secondo della serie, Il discepolo, l’ho trovato ancora più riuscito, per la complessità della trama e per il confronto mentale che coinvolge il protagonista, Sebastian Bergman e un antico “nemico”, un killer seriale sbucato dal suo passato per mietere nuove vittime. Con mezzi  inaspettati e con sottili armi psicologiche il serial killer Edward Hinde riesce a ingaggiare un duello a distanza con Bergman che non sarà in grado di mantenere la lucidità e l’indifferenza di fronte alla sua intelligenza. Così Bergman scivolerà sempre più in basso, sommando bugie a bugie, fallimenti a fallimenti e raccogliendo l’ostilità di tutte le persone che è riuscito a ferire  nel corso della sua vita. Bergman proverà sulla sua pelle il detto “chi semina vento raccoglie tempesta“. Il borioso Sebastian Bergman, il seduttore, il manovratore viene colpito nei suoi inaspettati e più cari affetti oltre che nell’ego sconfinato e nelle sue certezze. E finalmente, a sprazzi, mostra un volto umano.

Il romanzo merita davvero, in Svezia è uscito il terzo capitolo della serie che spero venga presto tradotto in Italia. Un giallo da divorare,  in poche sere, mantenendo il libro in mano fino a tarda notte, quando le palpebre calano dal sonno.

Gli autori: Hjort & Rosenfeldt

Il libro: Il discepolo – Le cronache di Sebastian Bergman (Sul sito dell’Einaudi è disponibile un estratto del primo capitolo.)

Bacino di utenza: consigliato agli amanti del thriller psicologico, da leggere in ordine cronologico dopo il precedente, Oscuri segreti, per poter comprendere appieno alcuni comportamenti stravaganti di Bergman.  Ora attendo con ansia la prossima uscita della coppia Hjorth e Rosenfeldt assieme a molti amici del mio gruppo di lettura: vero amici Russi??

Annunci

3 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...