Lisa Gardner: A chi vuoi bene

A chi vuoi bene

A chi vuoi bene

Dopo aver letto e apprezzato l’estate scorsa il libro di Lisa Gardner, La vicina, non ho potuto resistere e mi sono comprata A chi vuoi bene, Marcos y Marcos.

Sono partita piena di aspettative, visto quanto mi era piaciuto il libro precedente.
Però dopo poche pagine ho pensato: e’ sempre la stessa trama.
Una normale famiglia nei sobborghi bene di Boston. Una casa con giardino, un cane, un pupazzo di neve, una moglie, un marito e una figlia. Ma come? Esattamente la stessa struttura del romanzo precedente. Unica variazione: nel libro La Vicina scompare la madre lasciando inspiegabilmente sola la figlia, nel libro A chi vuoi bene scompare la bambina. Comincio a innervosirmi. Ma come è possibile? Un libro fotocopia.

Beh, mi sono dovuta ricredere.

Le basi di partenza sono molto simili ed è indubbio che alla Gardner interessa la anormalità nascosta nelle famiglie più normali, il lato oscuro del quotidiano, la violenza dietro le tendine ricamate e i giardini ben tenuti di Boston. Però qui, oltre al giallo psicologico, si assiste a un continuo susseguirsi di eventi, un crescendo di inseguimenti, scoperte, rivelazioni, uccisioni.

libriper3

Ultimi acquisti cartacei

Anche A chi vuoi bene ha per protagonista D.D. Warren, la poliziotta di Boston dura e determinata, non incline alla melensaggine qui alle prese con un omicidio e con un rapimento di minore. Inoltre D.D. Warren deve fronteggiare anche un cambiamento inatteso nella sua vita provata. L’altra protagonista è Tessa Leoni, accusata dell’omicidio del marito e madre di Sophie, inspiegabilmente rapita.

Due donne, D.D. Warren e Tessa Leoni, entrambe addestrate militarmente, abili con le armi, abituate a cavarsela da sole, astute e calcolatrici. Ognuna in grado di prevedere le mosse dell’altra. Due teste pensanti che, su due fronti contrapposti, lavorano per raggiungere lo stesso obiettivo: il ritrovamento di Sophie.

La Gardner è davvero abile nel costruire delle trame complesse e nell’ingannare il lettore.
Nei suoi libri quello che sembra non è mai la verità, siete avvertiti.
Esame superato per D.D. Warren, ci vedremo sicuramente alla prossima uscita. Anche perché sono curiosa di sapere gli sviluppi della vita privata dell’investigatrice, come succede sempre per tutti i personaggi ai quali mi affeziono.

L’autrice: Lisa Gardner
Il libro: A chi vuoi bene
Il bacino di utenza: amanti del giallo ad alto contenuto adrenalinico. Ottima lettura estiva, rilassante ma al tempo stesso avvincente. Una volta tanto un giallo in cui le donne agiscono e sparano e gli uomini muoiono!

Annunci

9 commenti

  1. Lo leggo nelle prossime settimane! Mi sembra perfetto per queste giornate in cui un po’ di suspance non guasta 🙂

    Mi piace

    1. Penso proprio che ti potrebbe piacere e poi Marcos y Marcos è sempre un bel leggere 🙂

      Mi piace

  2. roberto · · Rispondi

    Come sai Polimena io di te mi fido ciecamente, ma una domanda devo fartela. Quanto complesse sono le trame? I gialli li leggo anche per rilassarmi, se devo impazzire dietro a decine di personaggi e di storie che si intrecciano…meglio di no, meglio quelli con pochi personaggi e molti pensieri… pero’ mi attira!

    Mi piace

    1. Grazie per la fiducia, Roberto. Spero sia ben riposta 🙂
      La trama è mediamente complessa. I personaggi non sono molti ma il loro ruolo nella storia cambia di pagina in pagina. Per me merita, come La Vicina, il precedente pubblicato in Italia.

      Mi piace

  3. La vicina mi è piaciuto molto, mi sa che anche questo….Però di solito le edizioni Marcos Y Marcos non ci sono in ebook 😦

    Mi piace

    1. E’ vero Elena, io l’ho letto in cartaceo perché mi piacciono le edizioni Marcos y Marcos però ho controllato, non esiste in ebook. Che peccato 😦
      In cartaceo costa 17 euro a prezzo pieno.

      Mi piace

      1. Anche a me piacciono i libri di Marco Y Marcos. Ho comprato di recente sempre di MyM e sempre un giallo Ancora Viva della Thomposon!

        Mi piace

  4. Io invece della Thompson ho letto “Come sei bella stasera”, anche in questo caso lettura leggera e piacevole, ma ho letto gialli molto più avvincenti. Comunque mi hai incuriosita, mi sa che inizierò con “La vicina”.

    Mi piace

  5. […] modello e un rapimento. Anche i due precedenti romanzi che ho letto della Gardner (La vicina e A chi vuoi bene) vertevano sugli stessi temi: famiglia, bambini e sparizioni. E nonostante la allettante copertina […]

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

GiGi Il Giornale dei Giovani Lettori

Un blog che racconta libri per bambini e ragazzi, fumetti, film e app di qualità.

operaidelleditoriaunitevi

Just another WordPress.com site

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

Stetofonendo

Libri (e non solo) in buona e in cattiva salute

trecugggine

le cugine parlano di libri

Materfamilias

materfamilias : mater|fami¦lias - The female head of a family or household

Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

Il Consigliere Letterario

L'avventura infinita di un lettore. E di chiunque voglia partecipare al viaggio

minimo

storia di una minimalista alle prime armi

Muninn

libri da ricordare

Instamamme

le cugine parlano di libri

BookBlister

PILLOLE DI LIBRI (E ALTRE STORIE)

lepaginestrappate

(La mia Masafuera)

RobertoLucchetti

Scienze Letteratura Sport...

LaVersionediMari

"Tonica, terza, quinta, / settima diminuita. / Resta dunque irrisolto / l'accordo della mia vita?" G. Caproni, Cadenza, 1972

Le librerie invisibili

Et tout le reste est litterature. Verlaine

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: