Dritto al cuore: Elisabetta Bucciarelli

Dritto al cuore

Dritto al cuore

Ritorna oggi in libreria, per edizione E/O NOIR, Elisabetta Bucciarelli creatrice dell’ispettrice Maria Dolores Vergani con il libro dal titolo Dritto al cuore. E’ un noir, come nella tradizione della Bucciarelli, ma questa volta più delle altre la trama gialla è anche un pretesto per descrivere i complessi rapporti umani, rancore, pazzia, odio e amore adolescenziale. Il tutto in un contesto molto piccolo, un minuscolo borgo montano a 2000 metri di quota in Val D’Ayas, sopra Champoluc.

Un libro poetico nel quale la scrittrice ha lavorato con cura su ogni singola parola, ricamata, cesellata e depositata dopo innumerevoli attenzioni al posto giusto.

Zefiro tagliò attraverso il bosco, e i polmoni si riempirono immediatamente di altro. Entrò in un luogo non suo, in uno spazio alieno, scostando delicatamente, come avrebbe fatto con i capelli dal viso di una donna, le tende del mondo, i rami bassi dei pini. Frugò piano con le dita grosse e callose i cespugli di mirtilli, facendo un solletico piccolo, e scoprì il cappello viscido e vischioso di un porcino precoce. (pag. 120)

Se sentono gli odori dell’estate alpina, i colori, il vento, i fiori, gli animali e le magiche leggende che circondano il bosco. Si parla di lotte fra mucche, le Rejne, di storie vecchie di anni che sono un segreto nella piccola comunità alpina, di handicap che diventano virtù, di animali selvatici e leggende.

Poi c’è il giallo, il cadavere di una donna ritrovato a pezzi in un luogo remoto del bosco. Un cadavere che è lì da tempo, dilaniato dagli animali selvatici e dal susseguirsi delle stagioni. Un cadavere di una donna di origini africane con la acconciatura a treccine. Nuda ma con un sacco accanto nel quale l’assassino ha deposto i vestiti. L’ispettrice Vergani, in aspettativa dopo il tragico finale dell’avventura precedente, si trova nel paesino montano per riposare, per decidere che fare della sua vita. Non vuole partecipare all’indagine ma la scarsa esperienza unita al poco acume dell’agente incaricato delle indagini, Miki Belga, la spingeranno ad aiutarlo nelle indagini.

La Vergani più che indagare osserva, prende nota, ascolta.

Guarda l’amore nascente fra una strana coppia di adolescenti, Pietro fortemente ancorato al suolo e Ariel, una nuvola di sentimenti e emozioni.

Un giallo atipico, nel quale la Bucciarelli non risparmia i collegamenti alle precedenti storie narrate né i richiami al mondo reale. Eppure questo libro, più di tutti gli altri ha il sapore di una fiaba. Per i nomi dei protagonisti che risuonano di significati (Oleandro, Zeffiro, Cedro, Ariel), per quell’aria di alta montagna che avvolge tutto di mito e di leggenda, per il branco di sette cervi e gli animali selvatici, per i segreti che si svelano, per i segreti che resteranno tali nel folto del bosco.

Il libro: Dritto al cuore

La scrittrice: Elisabetta Bucciarelli

Il bacino d’utenza: il libro è un noir ma ha tutte le caratteristiche per piacere ad un pubblico più ampio. E’ un libro delicato e, lasciatemelo dire, veramente poetico. L’ho trovato finora il miglior libro della Bucciarelli soprattutto per il gran lavoro di limatura e di cesello che la scrittrice ha fatto sul suo linguaggio, molto evocativo. Un libro che regalerò volentieri al nipote diciassettenne che potrà apprezzare le avventure dei giovani adolescenti così come alla nonna ottantenne che si rivedrà nel mondo chiuso e pieno di saggezza dei piccoli paesi contadini.

Annunci

10 commenti

  1. Visto che ho appena iniziato un libro di un autore da te recensito (aspettavo al varco Recami con le offerte ebook…) e visto il gran numero di consili di lettura che ho “rubacchiato” da queste pagine, aggiungo volentieri alla lista anche questo. Stavo per acquistarne uno, sempre della Bucciarelli, settimana scorsa ma ero di fretta e c’era un intoppo alle casse. Nel fine settimana torno e magari ne porto a casa due. 🙂

    Mi piace

    1. Ciao Stravagaria! Domani 13 giugno Elisabetta presenterà il suo libro alla libreria Centofiori di Milano, ore 18.30. Se ti va puoi passare, io ci sarò sicuramente. Questo libro merita, poi mi dirai che ne pensi!
      Adele

      Mi piace

      1. Non riesco 😦 ci sentimo però per un caffè 🙂

        Mi piace

  2. L’ha ribloggato su The Law of News.

    Mi piace

  3. Chiara Beretta Mazzotta · · Rispondi

    Allora ci di vede lì! 😉

    Mi piace

    1. Volentieri cos ti conosco “pisssonalmente di pissona”.

      Il giorno 12 giugno 2013 15:51, trecugggine

      Mi piace

      1. Chiara Beretta Mazzotta · ·

        Esssatto asssai!

        Mi piace

  4. Concordo. E’ un libro poetico.
    …e la scrittura di Elisabetta diviene sempre di più meravigliosamente evocativa!

    Mi piace

  5. letto d’un fiato! E’ proprio uno di quei libri che non vorresti finire…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

GiGi Il Giornale dei Giovani Lettori

Un blog che racconta libri per bambini e ragazzi, fumetti, film e app di qualità.

operaidelleditoriaunitevi

Just another WordPress.com site

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

Stetofonendo

Libri (e non solo) in buona e in cattiva salute

trecugggine

le cugine parlano di libri

Materfamilias

materfamilias : mater|fami¦lias - The female head of a family or household

Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

Il Consigliere Letterario

L'avventura infinita di un lettore. E di chiunque voglia partecipare al viaggio

minimo

storia di una minimalista alle prime armi

Muninn

libri da ricordare

Instamamme

le cugine parlano di libri

BookBlister

PILLOLE DI LIBRI (E ALTRE STORIE)

lepaginestrappate

(La mia Masafuera)

RobertoLucchetti

Scienze Letteratura Sport...

LaVersionediMari

"Tonica, terza, quinta, / settima diminuita. / Resta dunque irrisolto / l'accordo della mia vita?" G. Caproni, Cadenza, 1972

Le librerie invisibili

Et tout le reste est litterature. Verlaine

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: