Liebster Award: libri e ancora libri

liebsterblogawardRingrazio Le librerie invisibili per il premio Liebster award dedicato ai lettori per i lettori. Qui le mie risposte, se avete voglia di conoscermi un po’ meglio. Mi assumo tutte le reponsabilità del caso, le altre cugggine potrebbero non pensarla come me anche se so che, su molte cose, siamo d’accordo!

  1. Perché scrivi un blog?

Il nostro è un blog a più mani nato perché la lettura è stata sempre la passione mia e di molte delle mie cugggine (siamo in 16, famiglia numerosa). Capitava che, ormai cresciute e vivendo nei luoghi più lontani fra Italia e Europa, passassimo ore e ore al telefono solo per raccontarci gli ultimi libri letti. Allora è nato il blog: un’occasione per sapere cosa leggevamo e scambiarci consigli. Poi il blog si è allargato ad altre persone, care amiche, alcune cugggine si sono date alla macchia ed altre sono subentrate. Si sono aggiunti lettori e lettrici ed è tutto un vorticoso scambio di suggerimenti ed opinioni.

  1. Che genere di libri ami leggere?

Non ho un genere preferito, mi piacciono i romanzi in generale. Leggo poca fantascienza perché non tutto mi piace e non amo il genere fantasy. Per il resto, posso trovare qualcosa che mi piace in ogni genere.

  1. Che rapporto hai con i libri? Li scarabocchi, li maltratti o li tieni immacolati?

Li pasticcio, ci faccio le orecchie, li presto e spesso non tornano indietro, nonostante le mie raccomandazioni.

  1. Possiedi un ebook reader?

Sì, felicemente un Sony! Per me non è importante il supporto ma il contenuto quindi pietra, argilla, papiro, carta o digitale non fa differenza 😉

  1. Qual è il tuo film preferito tratto da un libro?

Mi era piaciuto moltissimo Orlando, tratto dal libro di Virginia Woolf. Il film era ben distante dall’idea che mi ero fatta della protagonista ma mi è piaciuto lo stesso. Ultimamente ho apprezzato The Help, dall’omonimo libro della Stockett.

  1. Hai mai cucinato un piatto letto in un libro?

No, sono una pessima cuoca 😉

  1. C’è un libro che puoi associare alla tua città?

Purtroppo sono nata in una Valle(Tellina) che non è mai stata oggetto di libri conosciuti. Ora abito a Milano e, se dovessi pensare a un libro che la interpreti per come la conosco io, che mi sono trasferita nella grande metropoli da una decina d’anni, direi i gialli della Bucciarelli.

  1. Se fossi un libro o un personaggio letterario saresti…?

Vorrei essere un personaggio d’azione, che ha il coraggio di combattere per le proprie idee. Se dovessi pensare a me mi viene in mente piuttosto Pereira, di Sostiene Pereira di Tabucchi.

  1. Mi consigli un libro?

Ne ho tantissimi da consigliare, non saprei da dove partire. Un libro che ho amato moltissimo è Viaggio alla fine del millennio di Yehoshua perché mi ha insegnato a vedere l’amore in una prospettiva diversa e a rispettare chi non la pensa come me.  Altri libri che ho molto amato sono Pastorale americana, Il 42° Parallelo, A un cerbiatto somiglia il mio amore, Delitto e Castigo, Memorie di Adriano, Anna Karenina.

Ora dovrei nominare altri blogger come me. Ma non lo faccio 😉 però se qualche altra cugggina vuole raccogliere la sfida e rispondere alle stesse domande ne sarei felice!

Annunci

10 commenti

  1. Complimenti Polimena!

    Mi piace

    1. Invece di fare la spiritosetta, lassù dalla perfida Albione, raccogli il mio invito e rispondi alle stesse domande. cugginegeno!

      Mi piace

  2. Questa versione del premio è quella che preferisco, c’è sempre qualche idea da “rubacchiare”. Quindi sei nata in Valtellina? Le mie vacanze di bambina erano tutte lì 🙂

    Mi piace

    1. Nata sul lago di Como, cresciuta in Valle! Sì, bellissima da bambini, splendida in età matura. Ma quando hai 20 anni non vedi l’ora di scappare!

      Mi piace

  3. evvvvai w la valtellina, terra dei miei nonni delle mie vacanze di sempre anche ora, ho la casa a delebio. baciiii tantiiii però milano offre di più anche in termini di libreria e cultura ovvio. sandra

    Mi piace

    1. Infatti Sandra, proprio così. Milano offre di più e lassù in Valle la mia passione per la lettura non trovava sfogo. Aspettavo con ansia le estati per vedermi con le mie cugggine del sud ( le sudicie) e scambiare con loro pareri e letture! Però la Valle è sempre la Valle e ora, con i meli in fiore, è bellissimo tornarci.

      Mi piace

  4. Io ho cominciato Memorie di Adriano e non sono riuscita a finirlo. Penso che capiti nella vita di ognuno, un libro che se letto in determinati momenti, risulta un po’ ostico, per questo l’ho messo da parte. L’hai per caso recensito? Cerco uno stimolo per riavvicinarmici senza paura di abbiocchi vari 🙂

    Mi piace

    1. Non l’ho recensito, l’ho letto al secondo anno d’università, proprio mentre preparavo l’esame di Storia Romana. Mi aveva entusiasmato all’epoca (sono passati più di 20 anni!) ma forse anche per la coincidenza fra letture e studio. Per esempio, ho iniziato Opera al Nero sempre della Yourcenar e non sono riuscita a finirlo.

      Mi piace

  5. Quasi 15 anni fa mi hai suggerito Viaggio alla fine del millennio…con lo stesso fervore. Ottimo indizio, non un libro ma”il libro” e soprattutto gli anni non hanno attutito il tuo entusiasmo. Mi dai spunto per cercare anche io tra i miei: “il libro”.

    Mi piace

    1. Davvero te lo consigliai? In fondo può essere, è uno dei libri che amo di più. Non l’ho più riletto, chissà se oggi mi farebbe lo stesso effetto!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

GiGi Il Giornale dei Giovani Lettori

Un blog che racconta libri per bambini e ragazzi, fumetti, film e app di qualità.

operaidelleditoriaunitevi

Just another WordPress.com site

diLetti e riLetti

La sola nazione che conti: la letteratura

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

Stetofonendo

Libri (e non solo) in buona e in cattiva salute

trecugggine

le cugine parlano di libri

Materfamilias

materfamilias : mater|fami¦lias - The female head of a family or household

Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

Il Consigliere Letterario

L'avventura infinita di un lettore. E di chiunque voglia partecipare al viaggio

minimo

storia di una minimalista alle prime armi

Muninn

libri da ricordare

Instamamme

le cugine parlano di libri

BookBlister

PILLOLE DI LIBRI (E ALTRE STORIE)

lepaginestrappate

(La mia Masafuera)

RobertoLucchetti

Scienze Letteratura Sport...

LaVersionediMari

"Tonica, terza, quinta, / settima diminuita. / Resta dunque irrisolto / l'accordo della mia vita?" G. Caproni, Cadenza, 1972

Le librerie invisibili

Et tout le reste est litterature. Verlaine

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: