LibriPensieri

philip-roth

Philip Roth, di cui abbiamo letto Pastorale Americana, si racconta a La storia siamo noi. Per rivedere la puntata cliccare qui.

View original post

Annunci

4 commenti

  1. Di Philip Roth ho letto nell’ ordine “L’ animale morente”, “Indignazione” e “Quando lei era buona.” Ogni volta é stata una lettura scorrevole, interessante ma di certo non gradevole, anzi molto straziante.
    Sono sicuro che ci ricascherò e in futuro tornerò a leggere un suo libro (magari proprio “Pastorale americana”), semplicemente perché scrive troppo bene per ignorarlo, ma non sarà mai uno dei miei autori preferiti.
    Rimanendo in tema di autori strazianti, un altro classico esempio é Joyce Carol Oates. I suoi libri però sono molto meno disperati di quelli di Roth, e soprattutto in essi si percepisce la volontà (del tutto assente in Roth) di trovare qualcosa di positivo in mezzo a tanto dolore, di vedere la luce in fondo al tunnel.

    Mi piace

    1. Ti consiglio vivamente di ricascarci, magari con “Pastorale americana” che è bellissimo anche se straziante e senza speranza. In quanto alla Oates, non ho letto molti suoi libri ma l’ultimo letto, Sorella mio unico amore (l’ho recensita qui, sul blog di un’amica http://www.lettofranoi.it/2011/10/joyce-carol-oates/ se ti interessa) non lasciava certo spazio alla positività.

      Mi piace

      1. Ecco, “Sorella mio unico amore” mi manca. Della tua recensione mi ha colpito che tu abbia descritto lo stile della Oates come complesso: effettivamente qualche volta le prende la voglia di fare un po’ la complicata, alternando tra passato e presente, tra sogno e realtà eccetera, ma ti posso assicurare che in linea generale é un’ autrice molto semplice e soprattutto molto scorrevole.
        Il miglior libro della Oates (almeno tra quelli che ho letto) é senza dubbio “Uccellino del paradiso.”

        Mi piace

      2. Dovr proprio leggerlo “Uccellino del paradiso”, me lo raccomandano in molti! Grazie

        Il giorno 02 maggio 2013 11:05, trecugggine

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

GiGi Il Giornale dei Giovani Lettori

Un blog che racconta libri per bambini e ragazzi, fumetti, film e app di qualità.

operaidelleditoriaunitevi

Just another WordPress.com site

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

Stetofonendo

Libri (e non solo) in buona e in cattiva salute

trecugggine

le cugine parlano di libri

Materfamilias

materfamilias : mater|fami¦lias - The female head of a family or household

Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

Il Consigliere Letterario

L'avventura infinita di un lettore. E di chiunque voglia partecipare al viaggio

minimo

storia di una minimalista alle prime armi

Muninn

libri da ricordare

Instamamme

le cugine parlano di libri

BookBlister

PILLOLE DI LIBRI (E ALTRE STORIE)

lepaginestrappate

(La mia Masafuera)

RobertoLucchetti

Scienze Letteratura Sport...

LaVersionediMari

"Tonica, terza, quinta, / settima diminuita. / Resta dunque irrisolto / l'accordo della mia vita?" G. Caproni, Cadenza, 1972

Le librerie invisibili

Et tout le reste est litterature. Verlaine

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: