La soavissima discordia dell’amore: Stefania Bertola

Bertola La soavissima discordia dell'amore

La soavissima discordia dell’amore

Questo libro appartiene senza dubbio alla categoria da noi cugggine definita “senza puzza sotto il naso“.
Leggete La soavissima discordia dell’amore quando avete voglia di svago garbato e gentile. La Bertola non vi sottopone drammoni strappalacrime o amori ai quali non si può rinunciare. Non ci sono morti, rapimenti, dolori immensi. Ci sono amicizie, soprattutto femminili, personaggi stampalati ma molto vicini al vero.

Un gruppo di amici degli anni del liceo si ritrova per caso per mettere in scena una rappresentazione teatrale tratta da Shakespeare che definire sperimentale sarebbe poco. Alcuni di loro si conoscono da tempo ma si sono persi di vista, un amico porta un altro amico, c’è chi arriva alle prove con il figlioletto piccolo, chi porta lo psicoterapeuta, chi la fidanzata, chi il convivente o l’amante. E la piccola comunità si ingrossa e si allarga, si formano coppie e altre scoppiano, si creano equivoci e si risolvono empasse decennali. C’è posto per l’amicizia e l’amore, per amori ormai spenti e per passioni infuocate, per coppie eterogenee giovani e anziane.

Un libro dove tutto ha il tono lieve ma non banale di un sonetto di Shakespeare, di una commendia sentimentale anni ’60.  L’autrice stessa, che è anche un’abile traduttrice dall’inglese (ha tradotto Mc Ewan, McCall Smith, Mason e la Sontag), omaggia il grande poeta inglese nei ringraziamenti con queste parole:

Shakespeare: questo romanzo ne contiene molto, e del resto anche la nostra vita, secondo me, contiene tantissimo Shakespeare, solo che non ci facciamo caso.
Parecchio Shakespeare lo troverete dissimulato qua e là nella storia, altro Shakespeare invece è molto evidente, ad esempio il titolo di ogni capitolo è un verso da un sonetto del nostro caro William, spesso il primo, ma non sempre. Il numero è quello del sonetto.
La cosa migliore che potete fare è leggervi questo romanzo tenendovi vicini i sonetti di S. e andarveli a scartabellare se i versi iniziali vi incuriosiscono. Se non li avete, comprateli, ce ne sono tante edizioni che costano pochissimo, e in spiaggia farete un figurone appoggiandoli con noncuranza su uno scoglio o sotto l’ombrellone.

E’ un momento di relax e di puro divertimento, si sorride, si legge, si chiude il libro e si pensa ad altro.

Non è un libro indimenticabile, non è un capolavoro. Quindi attenti: astenersi lettori impegnati.

Il libro: La soavissima discordia dell’amore
La scrittrice: Stefania Bertole
Il bacino d’utenza: se vi sono piaciuti i libri di Katherine Pancol, se avete pianto e riso con Una Favola a Manhattan, se non vi dispiace Precious Ramotswe, se di tanto in tanto vi piace rivedervi il classico “Poveri ma belli” di Dino Risi questo libro è per voi.

Annunci

6 commenti

  1. …perché no? Sai che non sono lettrice da puzza sotto il naso 😉 buona domenica !

    Mi piace

    1. Certo mia cara, sei tu la coniatrice dei post con tag “senza puzza sotto il naso”. Potrebbe piacerti…presto sorpresina in posta!

      Mi piace

  2. L’ho letto. MI è piaciuto moltissimo.
    Buona settimana,
    Luciana

    Mi piace

    1. Oh…un’estimatrice! Mi sa che dopo il libro bello ma molto angosciante che ho appena finito e del quale scriverò a breve mi toccherà un altro della Bertola. Ho bisogno di relax mentale!

      Il giorno 03 dicembre 2012 10:26, trecugggine

      Mi piace

  3. […] L’autrice: Stefania Bertola I libri: uno a caso fra “Ne parliamo a cena”, “La soavissima discordia dell’amore”, “A neve ferma”, “Romanzo rosa” o altri Il bacino d’utenza: Astenersi lettori impegnati e per i consigli  vedi post precedente […]

    Mi piace

  4. […] all’amica Polimena -qui la sua recensione- sono approdata a questo romanzo di Stefania Bertola di cui ricordavo di aver […]

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

GiGi Il Giornale dei Giovani Lettori

Un blog che racconta libri per bambini e ragazzi, fumetti, film e app di qualità.

operaidelleditoriaunitevi

Just another WordPress.com site

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

Stetofonendo

Libri (e non solo) in buona e in cattiva salute

trecugggine

le cugine parlano di libri

Materfamilias

materfamilias : mater|fami¦lias - The female head of a family or household

Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

Il Consigliere Letterario

L'avventura infinita di un lettore. E di chiunque voglia partecipare al viaggio

minimo

storia di una minimalista alle prime armi

Muninn

libri da ricordare

Instamamme

le cugine parlano di libri

BookBlister

PILLOLE DI LIBRI (E ALTRE STORIE)

lepaginestrappate

(La mia Masafuera)

RobertoLucchetti

Scienze Letteratura Sport...

LaVersionediMari

"Tonica, terza, quinta, / settima diminuita. / Resta dunque irrisolto / l'accordo della mia vita?" G. Caproni, Cadenza, 1972

Le librerie invisibili

Et tout le reste est litterature. Verlaine

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: