Nessuna notte è infinita: Marco Di Porto

Nessuna notte è infinita
Nessuna notte è infinita

Avete presente quando sembra che tutto ti debba cadere addosso, hai uno sfratto esecutivo in corso e una famiglia dovi non trovi più il tuo posto. E’ tutto un rimuginare sulla tua vita, sulle tue insoddisfazioni, sulle prese in giro dei colleghi. E la collera cresce, il disagio aumenta. Così succede a Glauco, trentenne con una figlia che pure adora, che alla vigilia dello sfratto decide di abbandonare moglie e figlia al loro destino per lasciarsi inghiottire da una giornata dove compie ogni genere di scorrettezza: furti, scippi, effrazioni arrivando a progettare l’omicio del padre tanto odiato. Il tutto in un climax ascendente che pare non aver mai fine. In un vortice di follia e smarrimento.

Intanto moglie e figlia vagano fra depositi temporanei di mobili, ufficiali giudiziari, commissariati e divani di amici. Affrontando con coraggio una vita che per loro, come per Glauco, è difficile.

Glauco vede nella sua infanzia, trascorsa in una famiglia fredda e disunita, dove i pranzi venivano consumati in silenzio e le giornate al mare ognuno nella solitudine della propri letture, il motivo per cui lui è incapace di amare e di avere delle relazioni stabili e “normali”. Glauco è un uomo fragile e scontento, incapace di prendere la vita con un minimo di leggerezza, di affrontare momenti economicamente difficili. Non è che ci faccia una gran figura quest’uomo che pure ha una moglie che lo ama, nonostante tutto e una figlia che lo adora, malgrado tutto. Ma uno spiraglio di luce c’è, nessuna notte è infinita, una vita normale è forse possibile. Dopo la discesa nell’abisso della follia è possibile una risalita grazie all’amore di moglie e figlia.

Autore: Marco Di Porto
Il libro: Nessuna notte è infinita
Bacino d’utenza: lettori interessati ai giovani scrittori emergenti italiani. Marco Di Porto è a una delle sue prime prove come scrittore per questo motivo, anche se non ho trovato questo romanzo perfetto, credo che sia un autore da tenere d’occhio. Personalmente avrei preferito un finale più sospeso e non un happy end alla americana ma questa è una semplice questione di gusti. Però la copertina la trovo bellissima!

Annunci

2 commenti

  1. Buongiorno,
    Vi contatto tramite commento perché non ho trovato altro modo per farlo.
    Vorrei farvi conoscere il servizio Paperblog, http://it.paperblog.com che ha la missione di individuare e valorizzare i migliori blog della rete. I vostri articoli mi sembrano interessanti per i lettori del nostro magazine e mi piacerebbe che entraste a far parte dei nostri autori.

    Sperando di avervi incuriosito, vi invito a contattarmi per ulteriori chiarimenti,

    Silvia

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...