Una favola a Manhattan – Alberto Ferreras

Una favola a Manhattan
Una favola a Manhattan

Che questo libro sia una favola, una Favola a Manhattan, è chiaro sin dal titolo. Non ha ambizioni di veridicità e di attinenza alla realtà. Quindi, viste le premesse, gettatevi con serenità nella lettura scorrevole e appassionante di questo romanzetto d’amore il cui sunto è questo: la bellezza non sta fuori di noi ma dentro di noi. Basta un po’ di fiducia per tirarla fuori.

Eppoi dai, io mi sono divertita alle avventure pseudoerotiche di Bella della B., ragazza di origine cubana dalle forme boteriane, che scopre a un certo punto della sua vuota esistenza che ci sono uomini disposti a pagarla per avere accesso alle sue arti consolatorie. Che siano “subire” un massaggio alla cioccolata o un “adorazione dei piedi grassocci”, che siano una dormita appoggiati alle sue morbide forme o un vestizione completa. Per tutti gli amanti delle storie erotiche, qui non c’è niente di piccante o spinto, però alcuni particolari  potrebbero risultare molto più eccitanti di descrizione particolareggiate di amplessi e gridolini di piacere.

Il libro si legge in un soffio, si sorride perché l’autore stesso non si prende sul serio, si riflette sul dato incontrovertibile che più piacciamo a noi più piacciamo agli altri. Poi si chiude il libro e si passa al prossimo, senza grossi dolori o ripensamenti. Insomma, il filone è quello “senza puzza sotto il naso” ma 9.90 €  nell’edizione cartacea e 4.99 € in quella digitale sono una cifra congrua e ben spesa per passare un paio di orette in serenità.

Se un difetto devo trovare in Alberto Ferreras, che pure scrive un libro al femminile parlando in prima persona in modo molto credibile, è che l'”agnizione” e il riconoscimento della proprio bellezza, avvenga per B. nel giro di pochissimi giorni, una-due settimane. Va bene tutto ma ci sono persone che non riescono nell’intento di B. dopo anni e anni di sedute dallo psicologo, di corsi motivazionali e di camminate sui carboni ardenti!

Il libro: Alberto Ferreras
L’autore: Una favola a Manhattan
Il bacino d’utenza: è principalmente un libro rivolto alle donne. donne che hanno bisogno di una favoletta ben scritta per tirarsi su e dirsi, davanti allo specchio: “Beh, se ci riesce Bella perché non potrei farlo anche io”?

Annunci

4 commenti

  1. Ho appena concluso la lettura… più di un sorriso… e perchè no? Sul finale una velata lacrima… come fare anche solo per un attimo a non compenetrarsi? Lettura scorrevole e piacevole… ottimo svago in un’estate calda e strana come questa…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...