Alfred Hitchcock presenta: Roald Dahl

Storie impreviste

Storie impreviste

Da ragazzina non mi perdevo una puntata la serie “Alfred Hitchcock presenta”. Ricordate la sigla iniziale con il profilo di Alfred Hitchcock e quella musichetta indimenticabile che introduceva il programma? La sigla ho scoperto essere Marcia Funebre di una Marionetta di Charles Gounod (qui il video youtube).

Ma le mie scoperte non si fermano qui. Grazie ad Anobii, alla mia amica di letture Betty Flanagan (le sue recensioni sono le più spassose che mi sia mai capitato di leggere!) e al piego-libri, mi sono trovata fra le mani una divertente raccolta di racconti di Roald Dahl: Storie impreviste.

Roald Dahl non si smentisce: è dissacrante, crudele, spiazzante e cattivissimo. Questi racconti destinati ad un pubblico adulto, hanno lo stesso humor di quelli per bambini, libri tanto amati dai miei figli. Però qui il lieto fine è totalmente inesistente, la tragicommedia è dietro l’angolo, il colpo di scena ti aspetta ad ogni finale, il gioco del rovescio ti spiazza.

Uno dei racconti che più ho apprezzato è proprio uno di quelli scelti da Alfred Hitchcock per la sua serie. Si intitola: Cosciotto d’agnello (Lamb to the Slaughter) e ve lo consiglio caldamente. Se avete voglia potete “gustarlo” nel vero senso della parola nella versione di Hitchcock in  inglese. Attenzione: NON CLICCATE SUL LINK SE AVETE intenzione di leggere il racconto!

Il libro: Storie Impreviste
L’autore: Roald Dahl
Il bacino d’utenza: questi raccontri brevi per me sono adattissimi anche ai ragazzini che amano il brivido o i gialli e perché no, anche a quegli adulti che non leggono molto. I racconti sono brevi e finiscono in un lampo lasciandoti un sorriso amaro sulle labbra. Alcune storie hanno un humor inglese macabro e perfido e potrebbero far storcere il naso a qualcuno. Ma io le ho trovate spassossissime con sei S!

 

Annunci

9 commenti

  1. Letto diversi anni fa con gran gusto. L’edizione è diversa e non so se i racconti sono esattamente gli stessi. Ricordo un altro racconto (forse si chiama “La scommessa”) che avevo visto tra gli episodi hitchcockiani. Un giocatore d’azzardo che metteva in palio le dita della mano… Per l’epoca davvero inquietante!

    Mi piace

    1. Sì! E’ proprio lo stesso libro, c’è anche il racconto che citi tu. Dahl è tremendo anche nei libri per bambini, per esempio Il GGG, ma lo trovo di un’ironia veramente gustosissima!

      Mi piace

  2. Preso anche questo, e-book in lingua originale. Però Polimena, mi dovresti quanto meno fare un vaglia o mandarmi dei contanti con Money Transfer.
    Fortuna che per il mio compleanno gli amichetti mi avevano regalato un buono libri che ancora non ho prosciugato.
    Polimena, se soffrirò la fame è colpa tua!

    Mi piace

    1. Sono arci sicura che questo ti piacerà (anche gli altri, anche se della Gardner ne ho letto solo uno). Leggerlo in lingua originale deve essere gustosissimo! Grande Geno. E poi dai, il mercato editoriale è in crisi. Se non ci fossimo noi, come farebbe a resistere??

      Mi piace

    2. Sai che in un rapporto Istat dello scorso anno leggevo che 1 famiglia su 10 NON possiede neanche 1 libro? Nell’intervista che trovi qui si dice che il 9,6% (pari a 2 milioni e 338 mila famiglie) dichiara di non possederne affatto.

      Ecco a cosa serviamo noi, ad alzare la MEDIA NAZIONALE!!

      Mi piace

  3. L’ho letto tanti anni fa e sono rimasta folgorata. Mi pare ci fosse anche il racconto dell’uomo che sopravvive a un’ecatombe ed è felice perché ha un’intera biblioteca a sua disposizione. Peccato che a un certo punto gli si spezzano gli occhiali senza i quali non vede più nulla. Da brividi, anche perché forse mi sono identificata 😉
    A proposito dei telefilm di Hitchcock, che mi piacevano da impazzire da ragazzina: ho provate a rivederne alcuni di recenti e li ho trovati lentissimi. Quanto è cambiato il nostro gusto?

    Mi piace

    1. Verissimo, anche a me è successo lo stesso! Li ho trovati quasi esasperanti nella loro lentezza. Ma quanto abbiamo accelerato i nostri ritmi negli ultimi 30-40 anni?
      Pensa che a febbraio con i bambini siamo andati in Finlandia, a Ivalo vicino al Polo Nord. Ci hanno proposto un giro sulla slitta trainata dalle renne e noi abbiamo accettato con gioia. Ma una volta saliti…una lentezza esasperante, erano più lente dei buoi. Beh, prima ci siamo mossi con nervosismo e abbiamo continuato a mugugnare “che palle, che palle”. Poi, ad un tratto ci siamo rilassati, ci siamo goduti il paesaggio innevato e gli uccellini, le betulle e i leprotti, un tè caldo con i biscotti e il silenzio della foresta. E’ stata davvero una giornata indimenticabile. Ancora oggi ripenso con gioia a quegli attimi di totale tranquillità. Mah, rallentare a volte fa bene all’anima.

      Mi piace

  4. […] privacy L’autore: Jack Ritchie Bacino d’utenza: per chi come me ha amato le “Storie impreviste” di Rohald Dahl. Jack Ritchie è una lettura leggera ma divertente. E ci vuole una gran […]

    Mi piace

  5. […] brevi con ambientazione contemporanea. Il genere di riferimento è quello di Jack Ritchie o di Rohal Dahl, aspettatevi quindi ironia e humor amaro  a piene […]

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

GiGi Il Giornale dei Giovani Lettori

Un blog che racconta libri per bambini e ragazzi, fumetti, film e app di qualità.

operaidelleditoriaunitevi

Just another WordPress.com site

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

Stetofonendo

Libri (e non solo) in buona e in cattiva salute

trecugggine

le cugine parlano di libri

Materfamilias

materfamilias : mater|fami¦lias - The female head of a family or household

Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

Il Consigliere Letterario

L'avventura infinita di un lettore. E di chiunque voglia partecipare al viaggio

minimo

storia di una minimalista alle prime armi

Muninn

libri da ricordare

Instamamme

le cugine parlano di libri

BookBlister

PILLOLE DI LIBRI (E ALTRE STORIE)

lepaginestrappate

(La mia Masafuera)

RobertoLucchetti

Scienze Letteratura Sport...

LaVersionediMari

"Tonica, terza, quinta, / settima diminuita. / Resta dunque irrisolto / l'accordo della mia vita?" G. Caproni, Cadenza, 1972

Le librerie invisibili

Et tout le reste est litterature. Verlaine

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: