Solo il 13,8% degli italiani legge almeno un libro al mese

Book lovers never go to bed aloneSempre meno italiani leggono più di un libro all’anno.
Da Repubblica:
Secondo l’Istat, nel 2011 sono poco meno di 26 milioni quelli che hanno letto almeno un libro, il 45,3% della popolazione. L’1,5% in meno rispetto al 2010. Di questi 26 milioni quasi la metà non ha letto più di tre libri che non fossero legati a motivi scolastici o professionali.
Solo il 13,8% appartiene alla categoria dei lettori “forti”, quelli che cioè hanno letto almeno un libro al mese. Il primato resta alle donne, il 51,6% legge almeno un libro all’anno, contro il 38,5% degli uomini.

Unica nota positiva: I lettori più assidui sono i ragazzi tra gli 11 e i 17 anni (60,5%). L’ambiente familiare è importantissimo: legge il 72% dei ragazzi tra sei e 14 anni, figli di lettori, mentre la percentuale cala al 39% se i genitori non leggono.

Qui lo sconfortante articolo.

Annunci

7 commenti

  1. Davvero sconfortante! Recentemente ho scoperto di far parte di una minoranza talmente esigua che il primo numero dopo la virgola è preceduto da un ‘infinità di zeri che sembrano i grani del Rosario. Ci consoliamo tra blogger? Buona giornata!

    Mi piace

    1. Cara Viviana, consoliamoci…forse il futuro è dei giovani, lo”zoccolo duro” dei lettori? Vedremo se anche loro, allo scoccare del 18° anno, entreranno a pieno titolo nel gruppo dei “non lettori”.

      Mi piace

  2. Io credo che questo problema sia grande e purtroppo per rendersi conto della cosa basta guardare chi ci sta intorno, mi sono resa conto che delle persone che conosco veramente in poche leggono libri, molte poche inoltre lo fanno per puro piacere di leggere! La cosa è veramente disagiante!

    Mi piace

    1. Impegnamoci perché i nostri figli, nipoti, amici imparino ad apprezzare la lettura. Forse chi non legge non ha ancora trovato il libro giusto!

      Mi piace

  3. Leoni Gianni · · Rispondi

    Forse chi non legge ha di meglio da fare;per esempio ,vivere.Scusate se mi inserisco ,entrando un po’ a gamba tesa,è forse colpa anche del tasso alcoolico,come diceva quel tale per giustificarsi con la moglie “Mi hanno fatto bere”nel caso mio due schiavette,ma tornando a bomba ,leggere è tante ,troppe cose,può essere condanna ,evasione,fuga e vigliaccheria,perfino peccato e autodistruzione.IOo per carità lo rivendico,sono un lettore,ma mi capita anche di leggere troppo e superate un tot di ore provare quel senso di irrealtà che daà la lettura compulsiva.Lettura come vizio? Lettura malattia?Stiamo comunque sempre attenti a non cadere nello snobbismo di chi si sente di appartenere agli happy few che leggono nell’italia berlu-grillina.Hich.Conservo tutti gli e/orrori dovuti al mio stato alcoolico e vi saluto Gianni il postino

    Mi piace

    1. Postino Gianni ci mancavi, bentornato! Totalmente d’accordo: lettura è una bella fuga dalla realtà. Però mi ha salvata nella mia adolescenza infelice. Inoltre leggere non deve essere un obbligo (per questo discuto anche con i maestri dei miei figli) ma un’opportunità che mi piacerebbe cogliessero in molti.

      Mi piace

  4. Leoni Gianni · · Rispondi

    Meno male che non vi ho offeso con le mie intemperanze alcoliche,anch’io ho avuto un’adolescenza e una giovinezza da schifo,e i libri servivano un po’ da rifugio un po’ da fortezza orgogliosa per giustificare e praticare il proprio isolamento.Forse per questo ne vedo anche il lato oscuro .Se poi uno prima di tornare a casa beve vino a digiuno…Per farmi perdonare ti dico il video musicale più allegro e simpatico che ci sia :vai su youtube e schiaccia” Peret el muerto vivo” con Marina degli “Ojos de brujo”.Ciao.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

GiGi Il Giornale dei Giovani Lettori

Un blog che racconta libri per bambini e ragazzi, fumetti, film e app di qualità.

operaidelleditoriaunitevi

Just another WordPress.com site

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

Stetofonendo

Libri (e non solo) in buona e in cattiva salute

trecugggine

le cugine parlano di libri

Materfamilias

materfamilias : mater|fami¦lias - The female head of a family or household

Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

Il Consigliere Letterario

L'avventura infinita di un lettore. E di chiunque voglia partecipare al viaggio

minimo

storia di una minimalista alle prime armi

Muninn

libri da ricordare

Instamamme

le cugine parlano di libri

BookBlister

PILLOLE DI LIBRI (E ALTRE STORIE)

lepaginestrappate

(La mia Masafuera)

RobertoLucchetti

Scienze Letteratura Sport...

LaVersionediMari

"Tonica, terza, quinta, / settima diminuita. / Resta dunque irrisolto / l'accordo della mia vita?" G. Caproni, Cadenza, 1972

Le librerie invisibili

Et tout le reste est litterature. Verlaine

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: