Agra vita anarchica

Dopo anni di letture silenziose, mi decido finalmente a condividere (alla quasi chiusura, con il solito perfetto tempismo…. ).

E’ probabilmente il ritorno stabile nella terra natìa che mi ha spinto a conoscere qualcosa di più sullo spirito anarchico radicato nel profondo della mia natura “carrarina”. Così ho cominciato a leggere storie, drammaticamente incredibili nella loro attualità, di personaggi come Giuseppe Pinelli, di cui conoscevo pochissimo oltre al fatto che fosse sepolto nel cimitero degli anarchici a Carrara, dove su molte lapidi è scritto “non pregate su questa tomba” (tra altri il libro di Adriano Sofri “La notte che Pinelli”).

Incuriosita e affascinata, ho continuato le mie esplorazioni con questo libro di Pino Corrias sulla vita di Luciano Bianciardi, “giovane intellettuale di provincia”, uomo dal feroce spirito toscano e dalla risata forte ma sempre scontento e arrabbiato, circondato da amici ma solitario e solo, disciplinato lavoratore ma incapace di sottostare a orari e regole altrui, perennemente in contrasto con se stesso e con la vita che ha scelto di vivere (o ha dovuto?) a Milano, contrapposta a quella lasciata a Grosseto, dov’è nato, fino a quando “quel legame spezzato finirà per diventare definitivo rimpianto”.

Non solo una biografia, ma un quadro chiaro e scorrevole dell’Italia tra la fine degli anni Cinquanta e gli inizi dei Settanta, quando “le Maremme sono ancora il posto più bello e più pulito del mondo” e la provincia (“Grosseto, Kansas”) è una terra di lotte contadine e tragedie in miniera, mentre Milano “è un unico grande cantiere”, in pieno fermento intellettuale e consumistico: Giangiacomo Feltrinelli fonda la casa editrice, Brera è abitata da pittori, fotografi e poeti, le prime televisioni entrano nelle case degli italiani e le automobili cominciano a riempire le strade, mentre “i soldi ti corrono dietro, e poi ti scappano davanti”.

E ai margini le figure di Cassola, Calvino, Vittorini, Montanelli, Jannacci…

Per chiudere l’anno in bellezza, anche se in maniera davvero un po’ agra. Auguri!

Il libro:  Vita agra di un anarchico. Luciano Bianciardi a Milano
L’autore: Pino Corrias
Il bacino di utenza: per chi è in cerca delle sue radici e per chi le ha già trovate, per chi ama gli uomini tutti d’un pezzo (o quasi…), per chi ha voglia di conoscere qualcosa in più sui “miracolosi” anni Cinquanta e Sessanta.

Annunci

2 commenti

  1. Sinceramente: Benvenuta!

    Mi piace

    1. A Danielo’, ti arringazzio…sinceramente!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

GiGi Il Giornale dei Giovani Lettori

Un blog che racconta libri per bambini e ragazzi, fumetti, film e app di qualità.

operaidelleditoriaunitevi

Just another WordPress.com site

il blog di giampaolo simi

magari finirò a piantare ombrelloni come mio nonno. ma intanto faccio i mestieri più umili, quali lo scrittore e lo sceneggiatore

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

Stetofonendo

Libri (e non solo) in buona e in cattiva salute

trecugggine

le cugine parlano di libri

Materfamilias

materfamilias : mater|fami¦lias - The female head of a family or household

Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

Il Consigliere Letterario

L'avventura infinita di un lettore. E di chiunque voglia partecipare al viaggio

minimo

storia di una minimalista alle prime armi

Muninn

libri da ricordare

Instamamme

le cugine parlano di libri

BookBlister

PILLOLE DI LIBRI (E ALTRE STORIE)

lepaginestrappate

(La mia Masafuera)

RobertoLucchetti

Scienze Letteratura Sport...

LaVersionediMari

"Tonica, terza, quinta, / settima diminuita. / Resta dunque irrisolto / l'accordo della mia vita?" G. Caproni, Cadenza, 1972

Le librerie invisibili

Et tout le reste est litterature. Verlaine

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: