La trama cinese

Accecata da uno sconto giga in una libreria on line, fino al punto di non diffidare della fascetta rossa, che on line non si vede, che recita”Vincitore del premio Strega”, della cui giuria peraltro avrò modo di disquisire in altro post, ho acquistato il libello di Nesi.
Tra le spacconate delle vacanze negli States e una malcelata finta autoironia con cui descrive se stesso alla stregua dei cosiddetti bamboccioni, ho trovato la poesia di una persona che ama la sua gente, il suo lavoro, la sua città.
Delicati e poco irosi i riferimenti all’invasione della manodopera cinese, la cronaca degli ultimi dieci anni della vita di Edoardo Nesi ha rappresentato per me una fonte di spunti di riflessione sul periodo economico, la crisi e l’inadeguatezza del governo italiano prima e di tutta Europa poi.
Calorosamente cita tutti i distretti tessili in crisi ma c’è un drammatico errore a pagina 152, non è Aiola, vicino Benevento, bensì Airola…e quasi quasi scrivo alla Bompiani per amore del vero.
Poiché tutto sommato è un libro onesto e mi pare di averlo lodato, per par condicio vorrei suggerire la consultazione di un blog che lo fa nero nero:
http://tuttofamedia.splinder.com/post/25204377/edoardo-nesi-storia-della-mia-gente-ovvero-storia-dei-fatti-miei-e-della-lavagna-della-mia-vita
Il libro: Storia della mia gente                                                            
L’autore: Edoardo Nesi
Il bacino di utenza: I premiomaniaci, gli altri aspettino pazienti l'uscita dell'edizione economica.

Annunci

3 commenti

  1. polimena · · Rispondi

    Evvabbè, allora ci ricaschi sul Premioletterariotradisce!

    Mi piace

  2. Scusate se mo’ dico la mia, ma questo libro io proprio non l’ho capito. Una raccolta di pensierini delle scuole elementari, sia nello stile che nel contenuto. E poi pare che Nesi ne abbia pubblicato anche un altro.
    Dogs and pigs…

    Mi piace

  3. Pensa che sull’onda del premio letterario me lo sono pure comprato, ero in Toscana in quei giorni e mi aveva incuriosita. Beh, è sempre lì sullo scaffale intonso. Credo a questo punto non lo leggerò mai…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

GiGi Il Giornale dei Giovani Lettori

Un blog che racconta libri per bambini e ragazzi, fumetti, film e app di qualità.

operaidelleditoriaunitevi

Just another WordPress.com site

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

Stetofonendo

Libri (e non solo) in buona e in cattiva salute

trecugggine

le cugine parlano di libri

Materfamilias

materfamilias : mater|fami¦lias - The female head of a family or household

Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

Il Consigliere Letterario

L'avventura infinita di un lettore. E di chiunque voglia partecipare al viaggio

minimo

storia di una minimalista alle prime armi

Muninn

libri da ricordare

Instamamme

le cugine parlano di libri

BookBlister

PILLOLE DI LIBRI (E ALTRE STORIE)

lepaginestrappate

(La mia Masafuera)

RobertoLucchetti

Scienze Letteratura Sport...

LaVersionediMari

"Tonica, terza, quinta, / settima diminuita. / Resta dunque irrisolto / l'accordo della mia vita?" G. Caproni, Cadenza, 1972

Le librerie invisibili

Et tout le reste est litterature. Verlaine

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: