Il lamento del prepuzio

Se vogliamo ricominciare, ricominciamo!

Ben volentieri partecipo al riavvio del blog e questa volta segnalando un bellissimo libro.

Non conoscevo l’autore, ma il titolo ha attratto la mia attenzione di donna.

E’ stata tutta una sorpresa, una piacevolissima sorpresa.

Shalom Auslander, ebreo di religione, nasce e cresce in un ambiente ortodosso e tradizionalista di una comunità ebraica nello stato di New York.

Eppure a lui questo Dio e le sue imposizioni stanno veramente stretti. Apre la sfida, che parte da una piccola profanazione: inghiotte furtivamente dozzine di hot dog, proibitissimi e peccaminosi, perché non kosher. La sua esperienza di vita prosegue, nei rapporti con i familiari, con le donne (vere ed inventate) e con gli amici ed è tutta una lotta per scrollarsi di dosso la sua ossessione. Dio ce l’ha con lui, è sempre pronto a rovinargli qualsiasi gioia e a fargli amaramente scontare le sue trasgressioni. Decide di redimersi e di trascorrere due anni in una scuola religiosa di Gerusalemme per adolescenti ebrei irrequieti, ma il tentativo fallisce. Incontra finalmente una donna che la pensa come lui, hanno un figlio e Shalom tenta di concludere un accordo di “cessate il fuoco” con Dio, affinchè suo figlio possa crescere libero dalla sua ossessione, ma non dopo essersi torturato sul tema della circoncisione.

Il Libro: Il lamento del prepuzio

L’autore: Shalom Auslander

Il bacino d’utenza: per chi, magari proclamandosi ateo, non riesce a distaccarsi del tutto e senza sensi di colpa dall’educazione religiosa, spesso sbagliata, che ha ricevuto o di cui è permeata la nostra quotidianità. Auslander lo fa senza blasfemia e con un’ironia in certi punti esilarante. Una lettura simpatica e divertente di un conflitto personale con un Dio personale.

Annunci

2 commenti

  1. danielonda · · Rispondi

    ti dirò…solo per il titolo, così evocativo e calzante…lo ordino domani stesso!

    Mi piace

  2. fraliba · · Rispondi

    Mi dirai, ma sono sicura che non rimarrai delusa.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

GiGi Il Giornale dei Giovani Lettori

Un blog che racconta libri per bambini e ragazzi, fumetti, film e app di qualità.

operaidelleditoriaunitevi

Just another WordPress.com site

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

Stetofonendo

Libri (e non solo) in buona e in cattiva salute

trecugggine

le cugine parlano di libri

Materfamilias

materfamilias : mater|fami¦lias - The female head of a family or household

Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

Il Consigliere Letterario

L'avventura infinita di un lettore. E di chiunque voglia partecipare al viaggio

minimo

storia di una minimalista alle prime armi

Muninn

libri da ricordare

Instamamme

le cugine parlano di libri

BookBlister

PILLOLE DI LIBRI (E ALTRE STORIE)

lepaginestrappate

(La mia Masafuera)

RobertoLucchetti

Scienze Letteratura Sport...

LaVersionediMari

"Tonica, terza, quinta, / settima diminuita. / Resta dunque irrisolto / l'accordo della mia vita?" G. Caproni, Cadenza, 1972

Le librerie invisibili

Et tout le reste est litterature. Verlaine

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: