Le locuste non hanno re…eppure sanno marciare in buon ordine

Un libro per dire, che so, chi nasce tondo non può diventare quadrato oppure…che se sei uno scarafaggio, dagli e dagli sempre scarafaggio resti, senza offesa si intende.

Prima di entrare nel vivo del dibattito suggiamo saggezza dal protagonista, lo scarafaggio re, sentite questa: ” Quanta importanza ha perdere un amante?Al vertice del regno animale la risposta è semplice: assolutamente nessuna importanza(…)Giustamente gli umani si preoccupano di quando torneranno a mescolarsi: noi no. Quando i ferormoni sono tranquilli, noi siamo sessualmente indifferenti. Quando si scatenano, queste miracolose sostanze chimiche ci portano immancabilmente un amante ideale, sempre all’altezza del precedente. A livello del pavimento, non esiste amore non corrisposto(…)L’uomo non è altro che uno strambo ospite di passaggio nella nostra ecosfera, una candela accesa dentro una zucca con gli occhi e la bocca traforati in una notte tempestosa, qualcosa che mette paura ma già da come tremola sai che sta per spegnersi. E il motivo è semplicissimo:gli esseri umani non sono capaci di adattamento perché non si compiacciono di diversificare il proprio pool genico. La separazione dal partner non provoca il senso di soddisfazione per un lavoro ben fatto, né la fervida attesa della prossima opportunità, bensì una nera, debilitante insicurezza

Bello parlare…Numeri è il narratore, Numeri è il protagonista, Numeri è la super blatta che cerca di conquistare la terra promessa per la sua colonia di scarafaggi. E tra frizzi e lazzi e comizi improbabili, a Napoli direbbero tra perete e sputazze, una botta qui e una là la brigata si muove…ma sul più bello ha bisogno di essere spronata, deve vedere la ricompensa sennò non combatte non procede…e Numeri rischia tutto per una manciata di fratelli che vagano senza ascoltarlo, senza obbedire, fino a rimetterci la vita per essere così disorganizzati, per essere così privi di intuito e sagacia, perché a riconoscere il capo qualche neurone attivo lo devi avere.

E allora la solita allegoria…mi va bene, gli scarafaggi non hanno re, ma anche, e l’ho visto con i miei occhi, chi non sa riconoscere il re è indiscutibilmente uno scarafaggio, sempre senza offesa.

Quanto al bel parlare di Numeri, chi di spada ferisce…ma se leggete il libro la fine piacerà anche a voi, garantito.

Il libro: Gli scarafaggi non hanno re

L’autore: Daniel Evan Weiss

Il Bacino di utenza: Per tutti quelli che prima o poi a furia di cambiare il re a seconda di chi ha la mano più piena di mangime avranno il torcicollo e perderanno la vista e, inetti, senza re né storia, resteranno i servi di tutti; e per quelli che sanno additarlo, the king, e seguirlo e imparare e discutere e obbedire e restare però fieri chè è pur vero che…”Chi troppo si abbassa il culo mostra”.

 

Annunci

4 commenti

  1. polimena · · Rispondi

    bello questo libro, me lo devo ricordare la prossima volta che vado in libreria!

    Mi piace

  2. cugginageno · · Rispondi

    Sarà pure invidiabile questa condizione di freddezza, nei riguardi degli amanti… Ma cosa ci renderebbe diversi dagli scarafaggi, allora? Ben poco, a sentire la trama del libro, a parte il finale, in cui spero ardentemente!
    C’est la vie… e per quanto riguarda culi e piegamenti: orgoglio, che terribile malattia, vero?

    Mi piace

  3. anonimo · · Rispondi

    S

    Mi piace

  4. anonimo · · Rispondi

    Si, che terribile malattia, ma è pur vero che l’equilibrio è labile e la dignità rivendica a gran voce un posticino fisso. facciamo così, un pò di dignitoso orgoglio non guasta.
    danielondalives

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

GiGi Il Giornale dei Giovani Lettori

Un blog che racconta libri per bambini e ragazzi, fumetti, film e app di qualità.

operaidelleditoriaunitevi

Just another WordPress.com site

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

Stetofonendo

Libri (e non solo) in buona e in cattiva salute

trecugggine

le cugine parlano di libri

Materfamilias

materfamilias : mater|fami¦lias - The female head of a family or household

Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

Il Consigliere Letterario

L'avventura infinita di un lettore. E di chiunque voglia partecipare al viaggio

minimo

storia di una minimalista alle prime armi

Muninn

libri da ricordare

Instamamme

le cugine parlano di libri

BookBlister

PILLOLE DI LIBRI (E ALTRE STORIE)

lepaginestrappate

(La mia Masafuera)

RobertoLucchetti

Scienze Letteratura Sport...

LaVersionediMari

"Tonica, terza, quinta, / settima diminuita. / Resta dunque irrisolto / l'accordo della mia vita?" G. Caproni, Cadenza, 1972

Le librerie invisibili

Et tout le reste est litterature. Verlaine

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: