Il pericoloso guado

Una miscela di dettagli significanti, un bimbo senza genitori che impatta la realtà attraverso gli occhi del suo folle fratello maggiore, un giornale che dà voce alle nuove generazioni, personaggi strambi e sconclusionati che sembrano perfettamente in regola con i canoni sociali e personaggi normali e noiosi che sembrano del tutto fuori luogo, e…il genio, il formidabile genio.

“Non so davvero come si possa funzionare, senza una semiperenne condizione di caos interiore. Io impazzirei”. Questa frase, proprio questa…avrei dovuto dirla io, avrei voluto dirla io… me la merito! Se il protagonista del libro non fosse giovane, giovanissimo, dunque se non lo fosse io non esiterei a giudicarlo triste e irrecuperabile. Ma il protagonista è non solo giovane, ma è coraggioso e riesce persino a dire:

“…Noi abbiamo deciso che non ingoieremo più nulla, non lasceremo che marcisca dentro di noi, immerso nei suoi stessi succhi, bile che divora bile…Io non trattengo più. Il dolore arriva e io lo prendo, lo mastico per un minuto e poi lo risputo fuori. Non ci sto più e basta”.

Quando è così…non possiamo non amarlo e non ammirarlo per essere riuscito a non passare il guado che lo divide dalla tristezza interiore, per essere riuscito persino a reagire e a concedersi la scelta.

Il libro: L’opera struggente di un formidabile genio

L’autore: Dave Eggers

Il bacino di utenza: L’opera per chi oscilla come molecola investita da radiazione dello spettro infrarosso: intorno a doppi o multipli legami; attenzione a non abbassare la guardia, il guado, l’assassino, con un solo brevissimo passo vi divide da uomini sconfortati e irrisolti a sfigati tristi e soli…salvatevi, salviamoci, si salvi…chi può!

Annunci

4 commenti

  1. Daniela, sono felice che tu l’abbia letto. E’ vero, è confusionario e allucinato, ma secondo me, per dirla alla Guzzanti-Funari, E’ TANTO LIBERATORIO!

    Mi piace

  2. hai ragione cugina però fa paura pensare che ci sono persone senza la giustificazione della giovane età che saltano il guado e restano sfigati per tutta la vita e per scelta!Io, ora, preferisco la morte e…mi libero.
    danielondalives

    Mi piace

  3. io l’ho letto su consiglio di cugginageno ed ho faticato a finirlo. una scrittura troppo moderna o forse sono io ad essere antica!!! Insomma, alterna momenti bellissimi e toccanti ad altri veramente pallosi.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...