Non sempre la notte porta consiglio

Ebbene si, sono recidiva! Ho diligentemente letto un altro libro di David Baddiel, di cui ho già avuto modo di dare notizia tempo fa.
E’ ora di dormire è indiscutibilmente un libro molto divertente, descrive un uomo alle prese con una relazione sentimentale impossibile e solo immaginata mentre ne vive una più che accessibile, forse anche troppo. Il protagonista è un trentenne paranoico ed irrisolto che soffre di insonnia praticamente cronica.
L’opera contiene affermazioni tipo “ Perché alla fine, dopo qualche preliminare studiato appositamente per suggerire che c’è molto di più, spero di infilare il mio pene nella tua vagina. Ok?” o teorie come “L’erotismo sta nel sapere cosa stai facendo”. Esattamente il genere di frasi che costantemente passano nel cervello degli uomini che invece di cellule neuronali hanno una scorreggia ma sono pochissimi e che fortuna poterli incontrare!
Sarei ingiusta se non sottolineassi, con un po’ di malcelata delusione, la finale ripresa di coscienza emotiva da parte del protagonista. Non so se mi è sembrata più da Barbara Cartland, quindi very english and politically correct, o da collezione Harmony, quindi very creepy…
In ogni caso desidero sottolineare la fine del libro, chè mi sono sentita tirata in causa per le cose della vita quelle piccole piccole che ogni giorno ti fanno ingrippare. L’uomo che finalmente capisce che non avrà ciò che vuole e ha perso quello che avrebbe potuto avere esasperato si confessa:”Dentro di me, la morte della speranza si mescola al sollievo; è molto stressante cercare di realizzare i propri sogni”. Non fatevi infinocchiare, è english humor, ma la trappola è in agguato. Punto uno: le cose più stressanti spesso sono molto più banali. Punto due: almeno una volta nella vita vi sarà capitato di capire che la soluzione più accessibile vi risparmia sofferenze, ma sempre (vero?) avrete scelto la soluzione più ardua che di contro vi ha garantito la felicità ( vero? VERO?)
Il libro: E’ ora di dormire
L’autore: David Baddiel
Il bacino di utenza:Per gli insonni cronici che darebbero volentieri una considerevole dose di pugni a chi accanto a loro dorme. Non preoccupatevi, la notte non porta consiglio, di certo, ma non dormire garantisce delle invidiabili occhiaie alla Frankstein. Abbiamo tutti un futuro assicurato.
 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

GiGi Il Giornale dei Giovani Lettori

Un blog che racconta libri per bambini e ragazzi, fumetti, film e app di qualità.

operaidelleditoriaunitevi

Just another WordPress.com site

diLetti e riLetti

La sola nazione che conti: la letteratura

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

Stetofonendo

Libri (e non solo) in buona e in cattiva salute

trecugggine

le cugine parlano di libri

Materfamilias

materfamilias : mater|fami¦lias - The female head of a family or household

Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

Il Consigliere Letterario

L'avventura infinita di un lettore. E di chiunque voglia partecipare al viaggio

minimo

storia di una minimalista alle prime armi

Muninn

libri da ricordare

Instamamme

le cugine parlano di libri

BookBlister

PILLOLE DI LIBRI (E ALTRE STORIE)

lepaginestrappate

(La mia Masafuera)

RobertoLucchetti

Scienze Letteratura Sport...

LaVersionediMari

"Tonica, terza, quinta, / settima diminuita. / Resta dunque irrisolto / l'accordo della mia vita?" G. Caproni, Cadenza, 1972

Le librerie invisibili

Et tout le reste est litterature. Verlaine

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: