I premi letterari sono un BLUFF, con la U: L’amante proibita

L'amante proibita
L’amante proibita

Lo so, rischio di diventare verbosa, ma non posso rinunciare all’occasione che mi si è presentata di mettervi in guardia riguardo ai fantomatici premi letterari. Nottetempo, in luglio mi pare, trasmettono in televisione le votazioni della cinquina finale e la premiazione del vincitore del premio Strega, mi appassiono, mi accanisco ad ascoltare le interviste, a intravedere nelle parole degli scrittori parte dello spirito che anima i loro libri. Decido solerte: deve vincere Rossana Rossanda, non è un discorso politico ma una questione di memoria letteraria e storica, le dovevano questa vittoria, ma non è stato così. Ecco i risultati delle votazioni finali:

177 voti Caos Calmo di Sandro Veronesi
150 voti La ragazza del secolo scorso di Rossana Rossanda
18 voti L’amante proibita di Massimiliano Palmese
15 voti Pugni di Pietro Grossi
7 voti Cronache dalla città dei crolli di Sergio De Santis
Ho letto Caos Calmo ma, questa, è un’altra storia. Non ho letto il libro di Rossana Rossanda, ma lo farò presto. Mi precipito a comprare L’amante Proibita, lo scrittore mi è sembrato un po’ atteggiato ma non ho voluto farmi condizionare, poi è nato a Napoli, vediamo se pure lui con questa pizza e mandolino o se magari è originale, la biografia dice che scrive poesie.
Termino il libro sdegnata, il racconto ha indubbiamente il suo “perché”, lo scrittore tenta con tutte le forze di renderlo avvincente, ma non è all’altezza delle critiche, non è all’altezza delle recensioni pubblicate sul libro stesso e finisce con il diventare un triste clichè con qualche barlume di novità e pochissime uscite sorprendenti. E’ ambientato in Grecia, quella che conosciamo tutti, niente di che, la casa sgarrupata, le porte azzurre e gli occhi nerissimi delle donne del luogo, embè? Ma dico io, il libro costa € 7.90, accessibilissimo, e io, come me molti, lo avrei comprato lo stesso anche se non ci fosse stata la fascetta di “Finalista premio Strega”.
Convinta sostenitrice della libertà di stampa e di espressione avrei anche atteso fiduciosa il prossimo libro dello scrittore sperando in una sua maturazione o in una sua ripresa, era proprio necessario metterlo nella cinquina? No non lo era, questa è la verità, e io mi sento gabbata dalla fascetta malefica che lo ha accreditato e me lo ha fatto preferire a qualche altro non pubblicizzato, sconosciuto ma eccezionale.
Sciocca te, direte voi, ma io ci sono ricascata con il premio Campiello ed anche questa è un’altra storia. Il punto è che secondo me la letteratura non sempre ha qualcosa da spartire con questi premi, spero di essere smentita presto.
Conclusione, la prima pagina del libro contiene una poesia dell’autore, interessante e sentita, forse leggerò “Il settimo quaderno italiano di poesia contemporanea” che contiene le poesie di Palmese (Marcos y Marcos) perchè quelle 9 righe sono la parte migliore dell’intero libro.

Il libro: L’amante proibita
L’autore:  Massimiliano Palmese
Il bacino di utenza:  O tutti o nessuno, facciamo tutti ma non compratelo, faccio girare il mio ma mi raccomando…si chiama Pietro.
Annunci

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...