L’amore, qualunque cosa significhi

L'amore qualunque cosa significhi
L’amore qualunque cosa significhi

La recensione di questo libro apparsa su Maxim recita: ”Così incredibilmente onesto riguardo a noi uomini che ci sembra quasi di essere spiati”, ed è per questo che mi sono decisa a leggerlo. L’autore ha un curriculum di tutto rispetto ed è stimolante immaginare che si può leggere un libro ed avere una visione onesta del puro e semplice, in senso letterale, modo di pensare maschile.

E allora si dia il via alla lettura, inizialmente lento e un po’ banale migliora dal secondo capitolo quando la faccenda si complica e il protagonista si mostra sempre più per come è: un uomo e non per questo è poco, intendiamoci. Polimena ha inserito in una recensione il concetto di identificazione in uno dei personaggi, concordo con il fatto che quando questo avviene la lettura si fa più fluida e piacevole. Bene, mi sono immedesimata in uno dei personaggi, se leggete il libro vi sembrerà di vedermi, ne sono sicura. La storia è molto intrecciata ed è davvero triste per me che difendo gli uomini contro tutto e tutti ammettere che è più che realistica e che la categoria si esprime nel racconto con l’apoteosi della purezza e della semplicità che amo attribuirle, e l’apoteosi della purezza e della semplicità purtroppo si sostanzia nell’idiozia raggiunta dal protagonista.
I personaggi femminili, invece, fanno un figurone, donne con le palle, coraggiose, autonome, arbitri del proprio destino e scienti delle proprie debolezze e delle proprie paure, capaci di portare fino alle estreme conseguenze le proprie scelte.
Bando alle ciance il libro è bello, è ambientato in un periodo vicinissimo a noi, quello in cui è avvenuto il tragico incidente in cui è morta la principessa Diana. Il racconto sfiora tantissimi argomenti, la medicina, la musica, il vino l’amore, la psicoanalisi, l’amicizia e la lealtà. Finisce dando soddisfazione alle vittime e punendo chi ha causato dolore ma a me è rimasta la sensazione, che si ha spesso, che chi rimane ha una magra consolazione e che forse, se avesse potuto scegliere, si sarebbe regolato altrimenti. 

Il libro: L’amore, qualunque cosa significhi

L’autore: David Baddiel

Il bacino di utenza: Quelli come me che ancora non sanno che per andare dove si deve andare bisogna andare nella direzione esatta, perchè a perdersi sono capaci tutti!
 
 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...