La ballata delle prugne secche. Pulsatilla

La ballata delle prugne secche.

La ballata delle prugne secche.

Evvabene, ci ho pensato a lungo, ho letto molti libri che vale davvero la pena leggere, qualcuno più pesante e qualcuno meno, ma oggi non è giornata. Mi sono detta che comincio con qualcosa di leggiadro, come il mio corpo sinuoso…essì si fa per dire.

Vengo con questa mia a dirvi il libro che vi suggerisco di leggere, magari sul water la mattina ( a proposito di argomenti scatologici) senza impegno, tanto per esercitare le pupille ad andare da sinistra verso destra e viceversa.

Leggete questo libro per rispolverare la memoria e ricordarvi del periodo che tutte noi abbiamo attraversato quando eravamo giovani e…ridicole, per non dimenticare  quello che siamo state e quanto siamo migliorate. Troverete tutte le sfaccettature della complessa personalità della femmina media in età dello sviluppo, il capitolo sul dialetto foggiano è davvero pessimo e noioso, ma ho trovato qua e là degli spunti carini, per distrarsi in allegria. Terminerete il libro con sollievo ma è breve e si può fare.

L’autrice è veramente demente, ne ho sentito un intervista e devo dire che è la caricatura della caricatura della sé stessa che vorrebbe essere e lei, purtroppo, non è uscita dal tunnel. Ma va bene così, magari è felice lo stesso, anzi lo è sicuramente. Aspettatevi un libro con le stesse proprietà terapeutiche di una soap opera: nessuna!

 

Il libro:La ballata delle prugne secche.

 

L’autore: Pulsatilla, da Foggia per l’esattezza.

 

Il bacino di utenza: la vedova indiana che si è appena data fuoco che si annida dentro di noi e arde solo nei momenti in cui raggiungiamo la perfezione….Lo so. La metafora è dura ma se spenderete i sindacali dieci euro per l’acquisto del suddetto libro l’arcano sarà svelato.

 

Annunci

Un commento

  1. polimena · · Rispondi

    cara danielonda ho riso per mezz’ora (in ufficio) per la tua recensione. Purtoppo non credo di riuscire a fruire de La ballata delle prugne secche, non ho più tempo di leggere sul water la mattina…c’è sempre qualcuno che bussa alla mia porta chiedendo di entrare urgentemente!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

GiGi Il Giornale dei Giovani Lettori

Un blog che racconta libri per bambini e ragazzi, fumetti, film e app di qualità.

operaidelleditoriaunitevi

Just another WordPress.com site

Gli Archivi di Uruk

Database di genere in italiano

Stetofonendo

Libri (e non solo) in buona e in cattiva salute

trecugggine

le cugine parlano di libri

Materfamilias

materfamilias : mater|fami¦lias - The female head of a family or household

Parla della Russia

I took a speed-reading course and read War and Peace in twenty minutes. It involves Russia.

Il Consigliere Letterario

L'avventura infinita di un lettore. E di chiunque voglia partecipare al viaggio

minimo

storia di una minimalista alle prime armi

Muninn

libri da ricordare

Instamamme

le cugine parlano di libri

BookBlister

PILLOLE DI LIBRI (E ALTRE STORIE)

lepaginestrappate

(La mia Masafuera)

RobertoLucchetti

Scienze Letteratura Sport...

LaVersionediMari

"Tonica, terza, quinta, / settima diminuita. / Resta dunque irrisolto / l'accordo della mia vita?" G. Caproni, Cadenza, 1972

Le librerie invisibili

Et tout le reste est litterature. Verlaine

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: